“Gli ultimi giorni dei nostri padri” – Joël Dicker

Il primo lavoro di Joel Dicker può essere considerato un romanzo storico. Chiarisco subito che non si tratta di un saggio, quindi alcune critiche mosse all’autore che ho avuto modo di leggere in rete sulla non precisissima ricostruzione soprattutto delle vicende legate al SOE, la rete di servizi segreti creata da Churchill per ribaltare le sorti di una guerra che vedeva gli Alleati soccombere ai tedeschi di Hitler, non inficiano a mio parere la bontà del romanzo.

Si tratta di un libro intenso che riesce a coniugare bene la durezza delle immagini di guerra alla bellezza di sentimenti come l’amore per un padre o l’amicizia che cercano di sopravvivere anche in momenti come quelli in cui l’unica cosa che conta è portare a casa la pelle.

L’autore lo fa con la consueta scorrevolezza di linguaggio che abbiamo imparato ad apprezzare. La lettura risulta piacevole ed appassionante e non si può non affezionarsi ai personaggi che, come ci ha ormai abituato Dicker, sono sempre numerosi e ben delineati.

Sarà anche una frase fatta, ma quando non vedi l’ora di riprendere un libro per vedere come va a finire, qualcosa di buono dev’esserci al suo interno.

Come lettore ho scoperto un gran bel libro, con una bella trama e delle ambientazioni molto realistiche, ma l’ho trovato ancor più interessante come autore, perché sto imparando a capire i segreti di una scrittura così accattivante che ha fatto di lui il fenomeno letterario degli ultimi anni, iniziato con il suo secondo romanzo in ordine cronologico “La verità sul caso Herry Quebert”.

Sto per scrivere un abominio per chi ha già letto il secondo, ma per me questo è il miglior libro di Joel Dicker!

Consigliatissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.