Ci sono dei rituali nella scrittura?

La mia sessione di scrittura serale vive di alcuni gesti, alcune condizioni che si ripetono come dei rituali.

Non come i calciatori che saltano tre volte su un piede o fanno sette segni di croce prima di iniziare.

Non è un processo scaramantico, piuttosto un modo di ricercare la giusta concentrazione magari riproducendo il clima della sera prima che è sembrata così tanto proficua.

Allora entro in camera senza accendere la luce, mi siedo alla scrivania e accendo il Mac, la luce del monitor comincia a rischiarare i tasti, poi tutti i post-it colorati sparsi tra scrivania e tavolino accanto, quindi accendo l’abat jour sulla scrivania e osservo tutte le cose a cui stavo lavorando nella sessione precedente.

Rileggo passi, correggo pezzi, ritorno al browser di internet dove conservo esattamente le stesse pagine aperte il giorno prima quasi come una mappa mentale.

Se poi è la volta di cominciare un nuovo capitolo entra in scena anche la lavagna magnetica. Eh si, ho anche una lavagna dove all’inizio di ogni capitolo traccio le linee guida di ciò che nel capitolo entrerà, quali personaggi e perché, di cosa narrerà. Poi lo tengo sempre accanto mentre scrivo per ricordarmi che la fantasia quando comincia a viaggiare potrebbe portarti anche fuori dall’ambito in cui volevi stare. È un percorso tratteggiato che segna la via e io so che se a volte faccio delle escursioni fuori è lì che devo ritornare.

Quando ho terminato questi rituali e sono pronto a posare le dita sulla tastiera, mi guardo intorno e la stanza è nella penombra. Una luce tenue illumina solo la scrivania, la libreria dietro di me mi dà un senso di sicurezza, come se sapessi che l’obiettivo della mia scrittura è lì, nei libri.

La pioggia non accenna a smettere e il sole si è dimenticato di Bari: se ne sta annoiato dietro i nuvoloni, senza impensierirli più di tanto

L’ultimo sorriso – Alfonso Pistilli


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.