Kent Haruf – Vincoli

Faccio una doverosa premessa: Haruf ha una scrittura ipnotica.

Vincoli è uno di quei libri che si fa fatica a lasciare sul comodino prima di addormentarsi perché si ha sempre voglia di restare lì, a Holt, assieme a tutti i protagonisti così finemente delineati, soprattutto nei loro aspetti psicologici.

È un romanzo che narra di una cittadina nel mezzo di una zona arida, colma di difficoltà soprattutto sociali, dove i protagonisti sono costretti a trascorrere una vita intera per l’incapacità di prendere in mano la propria vita e rivoluzionarla. Anche quando si ritrovano in una condizione di sufficiente serenità si troveranno a dover fare i conti con la realtà che li proietta nelle difficoltà che molti di noi sono costretti ad affrontare giornalmente.

Haruf tratta argomenti socialmente delicati come i rapporti di predominanza di uomini senza scrupoli sull’intera famiglia, ma anche drammi di chi è costretto a convivere con familiari affetti da demenza senile. Lo fa con la durezza della sofferenza che scava gli animi di chi le vive, lo fa schiaffeggiando i lettori ma affezionandoli a personaggi che non si potrà non amare.

Un libro consigliatissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.