Cime rosa

Questo racconto di sole due cartelle nasceva come esercitazione durante il corso di scrittura e si prefiggeva come scopo, oltre a quello di concludere la storia nelle due cartelle, di inserire all'interno tre parole specifiche. Se vi va ditemi quali sono secondo voi. Buona lettura.

Cime rosa

Le cime candide del monte Livrio attendevano immobili le centinaia di ruote che, in un fresco pomeriggio di maggio, stavano per emozionare migliaia di persone assiepate lungo tutto il passo dello Stelvio dalle prime ore del mattino. Era l’ultima tappa, prima della passerella su Milano, di un Giro d’Italia mai così combattuto, Erik Svensson era …

È più bella una storia raccontata dal protagonista o da chi l’ha vista accadere?

La scelta dell’utilizzo da parte di un autore della narrazione in prima o terza persona non è aspetto secondario quando si decide di scrivere un romanzo. Innanzitutto i lettori, che è il mio pensiero costante quando scrivo. Può piacere di più la prima o la terza persona? Credo non ci siano dubbi nell’affermare che piace …

Cosa leggiamo?

Oggi volevo proporvi una lettura interessante che mi è stata segnalata da un’amica, la stessa che mi ha aiutato a metter su questo spazio di condivisione. Si chiama Sara e divora libri con avidità cannibale. Non è l’unica cosa che fa nella vita, ma sicuramente avremo modo di ospitarla ancora e conoscerla di più. Parliamo …

“Gli ultimi giorni dei nostri padri” – Joël Dicker

Il primo lavoro di Joel Dicker può essere considerato un romanzo storico. Chiarisco subito che non si tratta di un saggio, quindi alcune critiche mosse all'autore che ho avuto modo di leggere in rete sulla non precisissima ricostruzione soprattutto delle vicende legate al SOE, la rete di servizi segreti creata da Churchill per ribaltare le …